Decreto Rilancio – approvazione emendamenti FNCF

Desideriamo portare alla Vostra attenzione che ieri sono stati approvati degli importanti emendamenti al Decreto Rilancio in Commissione Bilancio della Camera. Di questi emendamenti la Federazione, insieme ad altre professioni sanitarie, si è fatta portavoce al fine di valorizzare la professione del Chimico e del Fisico, ed in particolare l’ambito della formazione e delle specializzazioni.

• Gli emendamenti 3.01 Rizzo Nervo (PD) e 3.09 Mandelli (FI) aprono alla possibilità per gli specializzandi di odontoiatria, biologia, chimica, farmacia, fisica e psicologia – già prevista per medici e veterinari – di essere ammessi alle procedure concorsuali per l’accesso alla dirigenza del ruolo sanitario nella specifica disciplina bandita e collocati in graduatoria separata. Dunque si intravede la possibilità di assunzione specializzandi estesa anche a Chimici e Fisici.

• L’emendamento 5.06 Boldi estende a tutti i professionisti sanitari la riduzione dei crediti ECM in quanto stante l’emergenza si confermano già maturati di un terzo i crediti ECM del triennio 2020-2022. Tale proposta fa seguito anche alle sollecitazioni di tutte le Federazioni delle professioni sanitarie manifestate durante la Consulta delle Professioni Sanitarie, nonché alla delibera della CNFC del 10 giugno 2020 a cui ha preso parte anche la FNCF.

• Gli emendamenti 1.03 Fassina (LeU), 2.37 Cecconi (Misto), 2.43 Pagano (PD), 10.05 Donno (M5S) e 10.07 Nesci (M5S) prevedono nella stabilizzazione dei precari che il requisito dei 36 mesi di servizio per accedervi debba essere posseduto al 31 dicembre 2020: in questo modo saranno compresi anche quei professionisti sanitari che sono stati in prima linea durante l’emergenza Covid, anche se con contratti a tempo determinato. Inoltre, viene spostato al
31 dicembre 2020 anche il termine per maturare i 36 mesi necessari per l’accesso alle procedure concorsuali riservate.

 

Leggi le proposte emendative approvate.

 

Post Correlati

Questo sito utilizza cookie di terze parti.